Languages Englishrussian/русскийespañol Social FacebookTwitterico yInstagram

Percorso

“Ex-aequo” tra Salento e Terre di Mezzo, è buono il bilancio del 25° Naturalmiele

Sabato 27 con la sfida enogastronomica a ritmo di “pizzica”, si è chiusa la manifestazione organizzata dall’Osservatorio Nazionale Miele in occasione del Giugno Castellano.

Un forte temporale ha annullato la gara, ma certo non la conoscenza delle eccellenze delle due Terre contendenti, che potrebbe svilupparsi in future collaborazioni e scambi culturali.

A decidere chi doveva vincere la sfida enogastronomica, tra Terre di Puglia e del Salento e Terre di Mezzo (da Bologna al mare), sabato 27 a Castel San Pietro Terme in occasione del 25° NATURAMIELE, non è stata la qualificata Giuria e neppure il pubblico accorso, ma…Giove Pluvio, con un forte temporale che alle 22.45 ha rimandato la tenzone all’anno prossimo.

E dire che il “clima” sabato era quello giusto, grazie alla “pizzica” de “I Tarantucci” che in Piazza XX Settembre stavano coinvolgendo il pubblico presente, con pugliesi trapiantati a Castello e castellani con voglia di…Pizzica! Tutto era pronto per stare nel solco del tema (Terra) del quarto e ultimo appuntamento del Giugno Castellano, con la sfida “Note e Cibo, una disfida tra due Terre”, ovvero Terre di Puglia e di Salento “contro” Terre di mezzo fra Bologna e il mare, una gara del gusto e delle culture popolari, proposta ed organizzata dall’Osservatorio Nazionale Miele in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro Terme e dei Comuni di Ceglie Messapica (presente con due assessori) e di Melpignano (che ha aderito all’iniziativa, inviando un video e dei prodotti, assicurando la propria disponibilità a sviluppare in futuro questo scambio culturale).

Dalla musica ai prodotti tipici, con la partecipazione di “padrini” eccellenti delle due “Terre”, ma come detto, un forte temporale ha annullato l’impegno dei “Padrini” (Sindaco Fausto Tinti, Consigliere Regionale Francesca Marchetti, l’Assessore Annarita Muzzarelli e l’Esperto Napoleone Neri per le TERRE DI MEZZO, da Bologna al Mare; gli Assessori Angelo Palmisano e Mariangela Leporale, l’Esperto Angelo Chiuri e il consigliere Antonello Laveneziana per le TERRE DI PUGLIA E DI SALENTO del Comune di Ceglie Messapica) ed il lavoro della Giuria (Giancarlo Naldi, il prof. Francesco Bertolini e l’attrice Giovanna Rossi), rimandando tutto, è l’auspicio, al 2016…

Il presidente della Giuria, Giancarlo Naldi, ha così decretato l’ex aequo tra Salento e le Terre di Mezzo, mentre il pubblico rimasto ha potuto degustare orecchiette al sugo di braciola, friselle pomodoro e origano, biscotti di Ceglie con rosolio d’alloro, torta pasticciotto per la Puglia ed anche

tortellini in brodo, castrato con patata tipica di Bologna e friggione con cipolla tipica di Medicina, zuppa inglese per le Terre di Mezzo. Uno scambio gastronomico promosso dall’Osservatorio che l’Assessore di Ceglie, Angelo Palmisano, vorrebbe sviluppare, come ha detto anche al Sindaco Tinti, in una serie di collaborazioni tra i Comuni coinvolti.

Si è così conclusa la 25esima edizione del NATURALMIELE con un bilancio positivo, a partire dal Progetto APIS LAND che ha coinvolto due classi delle scuole castellane e, ad ottobre, sarà presentato all’EXPO di Milano, con l’intenzione di divulgarlo a livello nazionale in tutte le scuole.

Successo anche per il Corso sulle Acque Minerali a cura dell’A.D.A.M. e per la degustazione guidata dei Grandi Mieli italiani a cura di Lucia Piana, mieli che il 19 e 20 settembre a Castel San Pietro Terme saranno protagonisti dell’edizione 2015 del Concorso “Tre Gocce d’Oro”.

A proposito di concorsi, come nelle precedenti edizioni, durante il NATURALMIELE è stato presentato il Bando ufficiale del 7°Concorso letterario “GialloMiele” (tutte le informazioni su: www.informamiele.it ) che avrà come scadenza l’1 settembre per la consegna dei racconti ed il sabato 19 settembre per la premiazione dei primi tre classificati.

Giudizi ottimi, infine, anche per tutti gli espositori della Piazza Ghiotto&Dotto del 25°NATURALMIELE, in particolare per il gradito rapporto “qualità/prezzo” dei numerosi prodotti tipici proposti, tra i quali la birra artigianale Cerqua di Bologna ha raccolto tanti consensi.

0
0
0
s2sdefault